top of page
  • Immagine del redattoreVallìa

Colori e rigenerazione capelli, ispirazioni e consigli di Vallìa Parrucchieri a Montecatini Terme

Aggiornamento: 24 ago 2023

Scegliere il giusto colore su quel tipo di capelli e quel colore adatto a quel tipo preciso di persona, saperne trovare la forma e la linea, e poi riuscire a ridare vitalità ed elasticità. Sono cose che ho imparato sin da ragazzo e oggi in salone da noi, Vallìa Parrucchieri a Montecatini Terme, come spesso dico alle nostre clienti, è per noi sempre molto gratificante saper trovare la forma e la linea, riuscire a ridare tonicità ed vitalità ai capelli con una rigenerazione.


L’esperienza e il tenersi aggiornati di continuo sono fondamentali. Io nel mondo dei capelli ci sono praticamente nato, ho iniziato a lavorare nel salone di barbiere di mio padre 31 anni fa… oddio, è passato così tanto tempo, e sono passate tante mode, tanti stili, tante tecniche!


Una volta c'erano i concorsi di acconciatura, me li ricordo bene! Se chiudo gli occhi sento ancora il profumo delle tonnellate di lacca che usavamo per rendere quelle teste impeccabili, ci abbiamo perso il sonno per non lasciare nemmeno un capello fuori posto. All'epoca la bravura era riconosciuta per quanto tu riuscissi a produrre dei lavori cosi precisi da sembrare quasi"finti"!


La rigenerazione, Kandinski, l’astrattismo e il colore a blocchi


Poi le cose iniziarono a cambiare. E qui mi ricollego a Kandinsky (lo so che avete pensato cosa caspita c'entra Kandinsky con i capelli?), e beh adesso ve lo spiego. Ho trovato molte analogie tra l'arte e la moda, anche la moda capelli.


Nell'epoca cosiddetta "classica" la bravura di un'artista era misurata per quanto quest'ultimo fosse bravo a rappresentare la realtà. Pensate a quei meravigliosi ritratti che sembrano foto, a quelle fantastiche scene di caccia che sembrano uscite da un documentario del National Geographic, riuscite a ricordarne alcuni? Bene! Ora pensate quando ad un certo punto arrivano artisti come Klee e Kandinsky e sconvolgono completamente il mondo dell'arte. Kandinsky inizia a dire che un punto su una tela rappresenta un'uomo e la sua introspezione, mentre Klee dice che tracciare una linea vuol dire portare un punto a fare una passeggiata. Poi cominciano a studiare la cromoterapia e danno vita ad un nuovo movimento insieme ad altri artisti, nasce così l'Astrattismo. Che tempi dovevano essere, vivere certe innovazioni culturali e discuterne con Klee, Itten, Schumann, wow!


Anche nel mondo della moda si sono vissuti certi cambiamenti, perché l'arte, se vuole essere definita tale deve rappresentare il mondo, il periodo, le sensazioni e le emozioni di un dato periodo storico.


Nel mondo dell'acconciatura si è passati dalle rigide e accomodatissime "testine" (per lo più monocromatiche) che hanno regnato fino agli anni ’70 per arrivare all'apertura totale al mondo della geometria e della colorimetria a tutto tondo.


Negli anni ’70 Vidal Sassoon veniva consacrato come il padre di questi cambiamenti, linee distintive e riconoscibili prendevano il posto delle rotonde acconciature a bigodino. Nel corso degli anni posso dire di aver fatto parte di una categoria che si è rinnovata costantemente e mai come ora pone l'attenzione, il suo focus, sui bisogni della cliente. Siamo in grado di ricreare le sfumature del sole nei capelli, possiamo creare punti luce strategici per valorizzare un viso, possiamo giocare con l'armocromia per armonizzare ed esaltare incarnati di qualsiasi tipo, che bellezza!


Faccio davvero un lavoro stupendo, personalmente sono sempre stato attirato dal colore a blocchi, una tecnica particolare, nata per mettere in risalto i tagli geometrici che danno la possibilità di spaziare con la fantasia e di creare piccole opere d'arte destinate a durare un periodo di tempo limitato, ma capaci di donare a chi le esegue e a chi le indossa delle emozioni incredibili. Attraverso la geometria posso riuscire ad interpretare e capire quello che i grandi padri dell'astrattismo ci hanno insegnato… punto, linea e superficie!


Quindi non vedo l'ora di progettare una nuova emozione, mettendo un nuovo punto per poi prenderlo per mano e portarlo a fare una passeggiata, disegnando linee e creando forme, viva il mio lavoro, viva le emozioni e viva la felicità!


Non vediamo davvero l’ora di poter tornare in salone ad accogliervi com sempre con grande affetto,

vi aspettiamo!


Daniele e lo staff di Vallìa Parrucchieri



46 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page